Iran-Italia: accordo per il recupero di 564 milioni di euro

pubblicata il 27.01.2016
Foto Iran
Con la fine delle sanzioni, è stato siglato l’accordo tra SACE - società del Gruppo Cassa depositi e prestiti che sostiene le imprese nelle esportazioni – e Banca Centrale dell’Iran: si prevede il rientro del credito entro ottobre 2016.

Il credito vantato da SACE verso l’Iran è costituito dagli indennizzi corrisposti negli anni scorsi da SACE alle imprese italiane, per finanziamenti non pagati da controparti iraniane a seguito del blocco dei sistemi di pagamento imposto dalle sanzioni internazionali.

La firma dell’accordo rappresenta un’opportunità anche per le imprese delle marche perché la cifra sarà investita da SACE per rilanciare il sostegno all’export verso l’Iran anche per i settori automotive e costruzioni.

Secondo l’ufficio studi di SACE, l’Italia potrebbe registrare esportazioni aggiuntive in Iran pari a quasi 3 miliardi di euro entro il 2018.